DA VEDERE

DA VEDERE

MONUMENTI E CHIESE

CATTEDRALE DEDICATA A SANTA MARIA DI NAZARETH

Fino al 1818, anno in cui fu soppressa la diocesi di Monteverde (nel 1531 essa, insieme a Canne della Battaglia unita a Nazareth in Palestina), questa Chiesa fungeva da Cattedrale e accanto ad essa vi era l’episcopio di cui non sono rimaste tracce. La chiesa Parrocchiale risale molto probabilmente al XII secolo. Terremoti e incendi lungo i secoli ne hanno modificato la struttura originaria. Essa è caratterizzata da tre navate. Il transetto è separato dall’abside centrale da un arco a tutto sesto. Lo spazio interno è scandito da quattro coppie di arcate ogivali poggianti su pilastri quadrati, le cui strutture sono state realizzate con blocchi di pietra calcarea del luogo.

 

Entrando, sulla destra, vi è la cappella del crocifisso che custodisce la scultura linea databile intorno al XIV secolo. Accanto ad esso vi sono le statue di Maria SS. Ma Addolorata e di Maria SS. Immacolata. Percorrendo la navata destra, si osserva la statua di Santa Caterina d’Allessandria, patrona di Monteverde del XVIII secolo (in restauro); la solennità ricorre il 25 novembre. Sulla parte destra è possibile osservare una riproduzione fotografica del Beato Giordano da Monteverde,secondo abate di S. Maria di Pulsano e fondatore del monastero di S. Nicola di Troia,vissuto n XII secolo. La cappella di SS.mo Rosario sulla destra nel transetto, custodisce l’omonima statua in legno del XVIII secolo. Nell’ipogeo della chiesa vi sono sepolti alcuni membri della famiglia baronale dei Sangermano, signori di Monteverde (lapise in pietra nella navata centrale).